Asta 15 ottobre 2020 – lotto 243

Lotto 243. Ippolito CAFFI (Belluno, 16 ottobre 1809 – Lissa, 20 luglio 1866)

Macchietta Veneziana

Acquarello policromo su carta. 86×45 mm. Incollato su foglio di supporto. Ottimo stato di conservazione.

Gustoso e caricaturale schizzo di una persona arcigna vista di profilo. Ippolito Caffi fu pittore ed acquarellista, personaggio dalla vita avventurosa, compì numerosi viaggi in Oriente, riportandone schizzi e dipinti, partecipò ai movimenti per l’Indipendenza Italiana, ritraendo dal vero episodi di guerra. Nella maturità si dedicò anche allo studio delle ‘macchiette’, come attestato da diverse opere quali l’acquarello da lui stesso intitolato “Macchiette popolari veneziane” del 1849, o di due piccolissime vedute della platea Marciana transitate di recente per il mercato antiquario. Queste ultime mostrano rispettivamente La Piazzetta di notte e L’arrivo a Venezia di Francesco Giuseppe ed Elisabetta e sono animate dalla presenza di piccole macchiette, molto simili nella morfologia della folla di personaggi che sostano davanti alla basilica nel quadro “La Basilica di San Marco e la Piazzetta” del 1858.

Nel 2009 il Museo Correr presenta in una mostra dedicata ai disegni dell’800 veneziano, diverse ‘macchiette’ prese dai taccuini di schizzi del celebre pittore: “Ecco poi il grande Ippolito Caffi (1809-1866), vedutista ormai liberato dalle suggestioni ‘settecento, risorgimentale ed eroico, innamorato della ‘gente’ (popolani in riposo, polizia austriaca, marinai in attesa d’ingaggio, qualche orientale, maschere): la Venezia di un Ottocento pezzente e sottomesso che cerca riscatto nello sberleffo o nel gesto di ribellione, fissata in quadernetti di acquerelli o in vedute abbozzate su agendine ‘moleskine’ ante-litteram.”

Bibliografia Caffi:

Giandomenico Romanelli, a cura di, 800 Disegni inediti dell’800 Veneziano, Mostra del Museo Correr di Venezia, dicembre 2009; G. Avon Caffi, Ippolito Caffi (1809-1866), Padova 1967; G. Capitelli, Mecenatismo pontificio e borbonico alla vigilia dell’Unità, con un contributo di I. Sgarbozza, Roma 2011. Ippolito Caffi e Belluno nelle lettere ad Antonio Tessari, in Caffi. Luci del Mediterraneo, catalogo della mostra (Roma, Palazzo Braschi) a cura di A. Scarpa, Ginevra-Milano 2005, 43-53; Caffi. Luci del Mediterraneo, catalogo della mostra (Roma, Palazzo Braschi) a cura di Annalisa Scarpa, Ginevra-Milano 2005; M. Pittaluga, Il pittore Ippolito Caffi, Vicenza 1971; Carteggio Tessari Caffi Biblioteca di Belluno.

Per il condition report scivere una mail a: info@badoemart.it.

Il prezzo di partenza è di 2000 euro. Stima: 3000 – 4000 euro.